La Molinara è un vitigno autoctono veronese, coltivato anche nella famosa Valpolicella. Il suo nome deriva da mulinara (= da mulino), perché la grande quantità di pruina presente sugli acini di quest'uva gli fa sembrare ricoperti di farina bianca, come all’interno di un mulino di un tempo. Altri sinonimi utilizzati per indicare questo vitigno sono: “Rossara”, “Rossanella”, “Breppon”, “Brepon molinaro” , “Mulinara”,…

 

Località geografica: Veneto

Epoca di maturazione: tardiva, II decede di ottobre
 

Patogeni 
 Clone
BotriteSensibile
OidioNormale


Caratteristiche Ampelografiche:

  • Foglia medio-grande, leggermente allungata, trilobata e talvolta intera; pagina superiore verde chiaro, liscia, opaca e glabra; pagina inferiore verde grigiastro e glabra; lembo piano o lievemente ondulato; lobi poco marcati, piani o cadenti; denti poco pronunciati, regolari e leggermente mucronati
  • Grappolo medio-grande, allungato, piramidale, generalmente con una o due ali corte, spargolo
  • Acino medio,  sferoidale o leggermente allungato; buccia di colore rosso-violaceo, molto pruinosa, consistente e spessa; sapore semplice e dolce