La Rondinella è un vitigno le cui origini rimangono tuttora sconosciute, ma che è arrivato nel veronese probabilmente solo nel secolo scorso visto che non si conosce nessun sinonimo. Viene coltivata soprattutto nelle zone della Valpolicella e nel Bardolino, e la sua uva viene vinificata e utilizzata nella produzione dell’Amarone e del Recioto della Valpolicella, grazie alla sua capacità di accumulare zuccheri. Il suo nome deriva probabilmente dal colore nero-violaceo dei suoi acini che ricorda il piumaggio della rondine.

 

Località geografica: Veneto

Epoca di maturazione: medio-tardiva, III decade di settembre
 

Patogeni
Clone
BotriteResistente
OidioResistente 


Caratteristiche Ampelografiche:

  • Foglia medio-grande, pentagonale, profondamente quinquelobata; pagina superiore glabra, liscia o leggermente bollosa, sottile, di color verde chiaro; pagina inferiore verde chiaro, leggermente setolosa lungo le nervature; lembo piano e sottile, lobi molto marcati e piani; denti molto pronunciati e irregolari
  • Grappolo medio, piramidale, alato con una o due ali abbastanza evidenti, mediamente compatto
  • Acino medio ma di grandezza non sempre regolare, sferoidale; buccia molto pruinosa, di colore nero-violaceo, di medio spessore e consistenza; polpa di sapore semplice e dolce