La Durella è un vitigno coltivato soprattutto nell’Italia settentrionale, ed in particolare nelle provincie del Veneto. Il nome Durella sembra derivi dalla peculiarità della buccia dell’acino, che è spessa e coriacea. Alcuni dei sinonimi più utilizzati per questo vigneto sono: “Durelo”, “Duracino”, “Rabbiosa”, “Cagnina”,… Per molto tempo la Durella è stata confusa con la Nosiola trentina. La sua uva oltre ad essere vinificata per la produzione di vini, è adatta anche per la spumantizzazione grazie alla sua elevata acidità.

 

 

Località geografica: Veneto 

Epoca di maturazione: medio-tardiva, III-IV epoca
 

Patogeni  Clone
BotriteSensibile
OidioNormale


Caratteristiche Ampelografiche:

  • Foglia media, trilobata o intera; pagina superiore verde chiaro, opaca e liscia; pagina inferiore verde chiaro e glabra; lembo piano o leggermente piegato a gronda; lobi appena segnati, un po’ revoluti; denti mediamente pronunciati
  • Grappolo medio-piccolo, corto, tozzo, spesso alato; leggermente compatto
  • Acino medio, ovoidale; buccia verde giallastra o dorata, molto pruinosa, spessa, coriacea; polpa di sapore semplice e acidulo