Il Moscato Giallo è un antico vitigno probabilmente siriano, giunto in Italia dalla Grecia grazie ai mercanti Veneziani. Appartiene alla famiglia dei Moscativitigni aromatici il cui nome deriva da muscum (= muschio). Il Moscato giallo, coltivato soprattutto nel Triveneto, è utilizzato sia come uva da tavola che per la vinificazione come spumante dolce o vino passito. I suoi sinonimi sono: “Moscat”, “Moscatel” e “Moscato Sirio”.

Località geografica: Veneto

Epoca di maturazione: medio-precoce, II decade di settembre

Patogeni
Clone
BotriteNormale
OidioNormale 


Caratteristiche Ampelografiche:

  • Foglia media, rotondeggiante, trilobata e talvolta intera; pagina superiore glabra, verde e opaca; pagina inferiore glabra, verde-chiaro; lembo spesso, lievemente ondulato; lobi leggermente piegati a gronda; denti poco pronunciati e irregolari 
  • Grappolo medio-grande, allungato, piramidale, con una o due ali, spargolo
  • Acino medio, sferoidale; buccia pruinosa, spessa, consistente, di colore giallo piuttosto carico, opalescente con distribuzione regolare della colorazione; polpa croccante a sapore gradevolmente moscato.