Il Perricone o Pignatello è un vitigno coltivato soprattutto nella parte occidentale della Sicilia, ma di cui non si hanno notizie certe sulla sua origine e diffusione. Alcuni sinonimi di questo vitigno sono: “Perricone nera”, “Niuru”, “Pignateddu”, “Quarnaccia”, “Nieddara”, … Il suo principale sinonimo Pignatello sembra derivare dalle pignatidare, le terre rosse alluminose del Trapanese, così chiamate perché impiegate per la fabbricazione delle pignatte da cucina. Questa tipologia di terreno è particolarmente vocata per questo vitigno. L’uva del Perricone viene utilizzatata per la produzione di Marsala Ruby, grazie al quale ha trovato inizialmente grande sviluppo. 

Località geografica: Sicilia

Epoca di maturazione: media, II decade di settembre
 

Patogeni
Clone
BotriteNormale
OidioNormale 


Caratteristiche Ampelografiche:

  • Foglia media, pentagonale tendente al tondeggiante; trilobata, quinquelobata o intera; pagina superiore verde scuro, glabra e liscia; pagina inferiore colore verde pallido, glabra; lobi piuttosto piani; lembo sottile, liscio e talvolta lievemente contorto; denti pronunciati e irregolari
  • Grappolo medio, allungato, conico-piramidale, semplice o alato, compatto
  • Acino medio, sferico o leggermente allungato per eccessiva compattezza del grappolo; buccia molto pruinosa, spessa, coriacea, di colore blu scuro al nerastro; polpa carnosa a sapore dolce e semplice; succo lievemente verdastro